Spumanti: li sai riconoscere?

931770 81047334 663x1024 Spumanti: li sai riconoscere?Feste di Natale, Capodanno, è tempo di spumanti… ma non tutti gli spumanti sono uguali.

Ne puoi trovare di molto economici e di molto costosi: sai già come riconoscerli?

Ecco come capire in 2 secondi che spumante hai davanti:

-> L’etichetta ti dice che è stato prodotto con il metodo classico?

Ottima scelta, è uno spumante impegnativo da bere, che può essere consumato anche durante i pasti.

Ha aromi importanti: frutta matura e/o esotica, aromi floreali, agrumi, crosta di pane.

-> L’etichetta ti dice che è stato prodotto con il metodo Charmat (o Martinotti)?

Può essere comunque un ottimo spumante, molto adatto per un brindisi.

Gli aromi fruttati o floreali saranno più leggeri e meno impegnativi e ti consentiranno di degustarlo con una maggiore spensieratezza.

-> L’etichetta ti dice che è stato prodotto con l’aggiunta di anidride carbonica?

Di solito sono gli spumanti più economici, hanno bollicine più grosse e aromi meno fini.

Per saperne di più sui metodi di spumantizzazione

-> E’ un Extra-Brut, un Brut, un Sec o … ?

Brut e Extra-Brut non sono insulti… icon smile Spumanti: li sai riconoscere?

Questi termini indicano il grado di dolcezza.

Nell’ordine, dal più secco al più dolce:

  • Extra-Brut or Brut-Naturale: il più secco
  • Brut: secco
  • Extra-Dry: tendenzialmente secco con qualche nota dolce
  • Sec: di media dolcezza
  • Demi-Sec: dolce
  • Doux: molto dolce (sono rari e sono considerati alla pari dei vini da dessert)

Per ricevere suggerimenti e curiosità sulle migliori birre, sui vini e subito in omaggio il memo-birre iscriviti ora alla newsletter di vinoobirra: