Il vino rosso va messo in frigo?

frigo vino rosso Il vino rosso va messo in frigo?

E’ un’abitudine più che consolidata: il vino rosso si apre a temperatura ambiente.

In frigo, o in un cestello con il ghiaccio, si mette il vino bianco o lo spumante.

Ma facciamo bene? Oppure anche il rosso andrebbe rinfrescato un po’ in frigo?

Meglio ancora: quanti minuti dovrebbe stare in frigo prima di essere consumato?

Se sei in piena estate e la temperatura ambiente è sui 30-35°C è ovvio che non è l’ideale per consumare vino rosso… ma con quel caldo probabilmente neanche ti verrebbe in mente di farlo icon smile Il vino rosso va messo in frigo?

Prova però ad immaginare, come può accadere in questo periodo autunnale, una temperatura ambiente intorno ai 20°C. Aprire una bottiglia di vino rosso a quella temperatura è prassi consolidata nelle case come in molti ristoranti.

Ma è giusto farlo? O rischiamo di perderci qualcosa?

In realtà rischiamo di perdere più di una cosa:

  • I profumi: sopra i 20°C rischiamo di apprezzarli meno, confusi dall’odore dell’alcool che si volatilizza.
  • Il gusto: se la temperatura è troppo alta avvertiremo di più l’alcool e l’acidità del vino risulterà meno gradevole.

E questi sono solo i principali effetti… !!

Ma quanto tempo prima dovrei mettere in frigo il vino?

Dipende da tanti fattori, compreso il tipo di frigorifero. Più o meno se la temperatura ambiente è di 20°C, dopo un’ora di frigo la bottiglia di vino sarà circa a 16°C, che è una temperatura ottima per i vini di medio corpo.

Alla prossima e non dimenticare di iscriverti alla newsletter se desideri rimanere sempre aggiornato sugli articoli usciti!

Per ricevere suggerimenti e curiosità sulle migliori birre, sui vini e subito in omaggio il memo-birre iscriviti ora alla newsletter di vinoobirra:

Sondaggio: quanto sei social?