Abbinamento vino-cibo: le 5 regole da non sbagliare

abbinamento%20vino cibo 2 Abbinamento vino cibo: le 5 regole da non sbagliareHai in mente un piatto e non sai quale vino prendere?

Oppure vuoi aprire un vino che hai in casa, ma non sai quale piatto o stuzzichino si abbina meglio?

In questo articolo vedrai le regole base per evitare imbarazzanti errori, che rischierebbero di rovinare il sapore del cibo, il gusto del vino o entrambi!

1. Posso decidere in base ai miei gusti?

Certo che puoi, anzi la scuola inglese va in questa direzione.

Attento però che se non hai alcuna esperienza rischi di proporre abbinamenti troppo originali che non esaltano le caratteristiche del cibo e del vino.

2. Ok, ma in generale quando un vino bianco?

Con il pesce, con carni bianche (tipicamente di pollo), primi con pomodoro, uova, verdure o pesce, formaggi freschi.

3. E un rosso?

Antipasti di salumi, primi a base di carne, secondi di carne (tranne il pollo), formaggi duri.

4. E il vino rosato?

E’ un po’ una via di mezzo e può sostituire il bianco o il rosso con i piatti che non sono né ad un estremo, né all’altro.

Molti antipasti, minestroni e zuppe, uova e frittate, formaggi erborinati, fritture di pesce, carne di pollo, prosciutto crudo.

5. Ho scelto il colore. Ora prendo un bianco qualsiasi? O un rosso qualsiasi?

No… fermo!!

Se il piatto è leggero, scegli un vino altrettanto leggero. Questo perché se scegli un vino invecchiato e ricco di aromi, potresti sentire il sapore del cibo svanire, completamente sovrastato dal vino.

Se invece il piatto è ricco di ingredienti, se molti ingredienti sono piuttosto grassi, se la cottura è molto complessa, allora puoi provare un vino con più corpo, magari invecchiato.

Attenzione però: non sempre un grande piatto vuole un grande vino! Con piatti più semplici, ma ugualmente grassi e saporiti anche un vinello più giovane, grazie alla spiccata acidità, può abbinarsi molto bene.

L’importante è che le sensazioni si bilancino, che il vino vada a sostenere ed arricchire il cibo e viceversa.

… e se ci sono più piatti diversi tra loro?

La teoria dice che dovresti aprire un vino per ogni piatto. E probabilmente anche i tuoi desideri icon smile Abbinamento vino cibo: le 5 regole da non sbagliare

In pratica però non è sempre fattibile. Quindi, a te la scelta. Personalmente, in questi casi, preferisco privilegiare il piatto più importante.

Queste sono solo le basi. Nei prossimi articoli scoprirai molti altri segreti per realizzare invidiabili abbinamenti.

Come sempre, se questo articolo ti è stato utile non esitare a diffonderlo su facebook o twitter.

Dennis

Per ricevere suggerimenti e curiosità sulle migliori birre, sui vini e subito in omaggio il memo-birre iscriviti ora alla newsletter di vinoobirra: